“L’uomo è indispensabile al compimento della creazione; anzi egli è addirittura il secondo creatore del mondo, colui che solo ha dato al mondo un’esistenza obiettiva, senza la quale esso, non sentito non visto, silenziosamente nutrendosi, dando nascita e morte.... sarebbe precipitato nella profondissima notte del non-essere, verso una fine indistinta. La coscienza umana ha creato l’esistenza obiettiva e il significato, e così l’uomo ha trovato il suo posto indispensabile nel grande processo dell’essere. “

C. G. Jung ( Ricordi sogni e riflessioni)

..... e l’uomo crea arte per dare significato alla sua esistenza!
Visto che è nella nostra natura manifestare il contenuto della nostra coscienza, è importante liberarci dai contenuti negativi o meglio dai contenuti delle nostre zone d’ombra. Non possiamo imporre la pace o la libertà!! E’ solo una scusa per proiettare fuori di noi ciò che è solo nostro: rabbia, frustrazione, mancanza di libertà interiore! E’ un continuo cercare di “imporre” i valori, anziché esibirli: solo l’esempio può essere un insegnamento! Proiettiamo le nostre aspirazioni lontano, forse per poterci dire che non possiamo fare niente.
Siamo animali divini con grandi aspirazioni, ma con mezzi animali! Questa è la nostra dualità personale. Cerchiamo di integrare gli opposti dentro di noi per essere più sereni, più liberi, più utili. Partire da dentro di noi, vicino a noi, per poter andare lontano!
Portar fuori ciò che prima non abbiamo risolto dentro di noi, è solo proiettare i nostri problemi lontano, credendo o fingendo che non ci appartengano, e cerchiamo di risolverli con guerre, violenze e repressioni, perché non abbiamo il coraggio di metterci in discussione.

Arte è comunicazione con il nostro inconscio
Arte è proiezione delle nostre emozioni
Arte è testimonianza e denuncia.

SETTIMIA